Yves saint Laurent cambia nome

Hedi Slimane, Yves Saint Laurent neo-nominato direttore creativo, ha provocato una protesta pubblica quando, desideroso di ” dare una spinta al brand Saint Laurent in una nuova era moderna”, ha annunciato la decisione di rimuovere il fondatore del primo nome del marchio dal moniker famoso.

La casa francese sarà rinominato Saint Laurent a Parigi, anche se il logo iconico YSL rimarrà la stessa. Questa mossa, però audace, non è raro come la maggior parte delle case di moda più importanti passano da un singolare cognome – Versace, Gucci, Chanel, Prada.

Slimane, che ha sostituito Stefano Pilati, dopo aver lasciato il suo posto di direttore creativo di Dior Homme, è stata data “la totale responsabilità creativa per l’immagine del marchio e tutte le sue collezioni”, e ha detto che questa nuova denominazione era necessario per recuperare “gli impulsi che hanno ispirato il fondatore di lanciare il Saint Laurent Rive Gauche prêt-à-line nel 1966 – tra i quali i giovani, la libertà e modernità ”

Da Yves Saint Laurent non hanno rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito alla modifica, mentre Pierre Berge, Saint Lauren’t amante e socio in affari di 50 anni, è ancora voglioso di commentare, ma la comunità Internet ha, tuttavia espresso la sua opinione sfavorevole: ‘E’ come quando hanno cambiato Frutta Opal Starburst a solo 10 volte peggio, ‘British negozio di abbigliamento vintage Rokit Twitter, mentre lo stile sito Fashion156.com ha dichiarato il nuovo nome’ suona come una catena di hotel economici scarsa qualità ». Altri commenti sono “YSL è iconico. Allora, perché reinventare la ruota? “E” Questa sarà qualcosa che vivrà molto a deplorare, ed è un insulto alla fine del grande Yves Saint Laurent “.

 

 

Pakistan London Fashion Week 2012 – Maria B

Maria. B è un orgoglio del Pakistan nonchè una stilista e una bella persona. Uno degli stilisti leader del Pakistan, Maria B. ha inoltre presentato la sua ultima collezione in pista grande del London Fashion Week 2012 Day 1.

Maria.B ha ultimamente presentato la sua ultima collezione nella settimana Pakistan Fashion di Londra 2012.

In questa collezione Maria ha aggiunto diversi tipi di abiti da indossare come abiti occidentali per le giovani ragazze e abito da sposa di raccolta al 2012 per essere spose di tutta la collezione abbigliamento globe.Bridal è molto dolce e affascinante e Maria ha aggiunto abbellimento colorato da sposa e al semi raccolta formale.

La collezione presentata da Maria B. Pakistan Fashion Week di Londra 2012 ha raffigurato uno stato d’animo gioioso, con una vasta gamma di tute accattivanti, lehengas e abiti, camicie e pantaloni.

Il tema della collezione di Maria B. era molto alla moda e non convenzionale, ma ben riflette la scelta dei londinesi. Tutti i vestiti avevano tonalità estive ludiche sia in lehengas o tute, ma in miscela unica. Alcuni abiti formali avuto piccoli abbellimenti mentre altri sono stati fatti con ricamo in filo.

La fotografia di Maria Collection B. al Pakistan London Fashion Week 2012 è stato fatta da Shahid Malik, mentre l’evento è stato organizzato da Riyawat.

Dunque ancora una volta la stilista Maria B. ha dimostrato le sue abilità e creatività al Pakistan Fashion Week di Londra 2012 con la presentazione di una moda alla moda e alla moda collezione

Rimanere chic sotto l’ombrellone

Spiaggia, sole e relax? E’ il tuo programma per l’estate? Allora punta su un look easy, ma femminile, e segui i consigli di una stilista doc.

Come si fa ad essere chic sotto l’ombrellone?

Con un costume in cotone crochet alla B.B, collanine e bracciali sottilissimi e piedi rigorosamente nudi. Perchè less is more anche al mare.

E su che colori puntare?

Scegli bikini a tinte forti o stampati quando la tua pelle è ancora pallida, e punta su colori pastello o tenui quando sei più abbronzata.

Per un twist più raffinato e raffinato, che costume scelgo?

Si al due pezzi con triangolo e fascia, no a balconcini imbottiti e push up. L’intero è un ‘ottimo passe-partout.

Ci dai un fashion trick per passare dalla spiaggia all’aperitivo?

Rubate una camicia al vostro uomo e annodatela in vita: sarete supersexy.

Eterno dilemma, bikini o intero?

Dipende solo dall’umore del momento: tutte, ma proprio tutte possono mettere il bikini. Non sottovalutate però il costume intero (o il due pezzi ocn la mutanda molto alta): è più femminile.

E poi perchè no praticate sempre una buona Zumba, il balletto sporty che questa estate conquista le fitness addicted on the beach. Nel frattempo puoi esercitarti con l’acqua zumba: la versione da piscina. Lezioni di gruppo che mixano aerobica e danza quasi un pool party!

La colonna sonora? Salsa, merengue, cumbia, ma anche le hit dance latine del momento.

 

 

 

Street style

Street docet.. La strada si sa, insegna in fatto di moda e tendenze, al punto da trasformare modi di essere e vestire in veri e propri movimenti culturali.

Due esempi lampanti sono hippy e grunge. Da un giorno all’altro Kaftani a fiori e perline , camicie di flanella e jeans sdruciti, Bob Dylan e Kurt Cobain hanno spopolato.

E adesso? Qual è lo street che conquista le giornaliste di moda?

Maschile si, ma slim…

Parlerei dello stile garconne anni trenta, ma per farla più rapida vado indietro solo fino agli anni 80 quando le donne in carriera si sono affermate con giacche e pantaloni, come dimenticare il celebre tailleur di Giorgio Armani?

Da li in poi lo stile maschile non ha più abbandonato le donne, il mio gusto sposa quello delle donne asciutte e monocromatiche.

E’ come dire: guardatevi le passerelle di Balenciaga, in equilibrio perfetto tra forme, proporzioni e sensualità. Una dritta sugli accessori? Sempre tacchi alti, mai borse troppo grandi e mai dimenticare la propria femminilità. Quella non va mai e poi mai nascosta.

Gonna lunga minimal

C’era una volta l’opulenza anni 80 a cui è seguito un periodo di rigore e pulizia. La reazione all’ostentazione è stata il suo contrario: l’understatement.

Queste sono alcune delle tendenze che vi aiuteranno a capire come le giornaliste di moda si vedevano in epoche quasi preistoriche. Questo raffronto di tipo storico ci serve per un semplice motivo: la moda è ciclica. Quello che andava bene una volta è molto facile che riandrà in futuro. Un esempio? Gli occhiali a specchio della Ray Ban.

Scuola di moda a Madrid

Nonostante non sia una delle città delle moda per eccellenza, Madrid da qualche anno inizia a prendere sempre più campo nel settore.

Sarà la sua vita notturna che da anni ormai la fanno la capitale europea dei giovani, sarà il fermento che in questa città è sempre presente e vivo, ma Madrid si muove in direzione moda.

Per questo motivo vi segnaliamo un importante scuola di moda nella capitale spagnola qualora vogliate decidere di muovervi in questa direzione.

Scuole di moda nasce dalla necessità di rispondere ad un settore in crescita e l’aumento e colmare il divario in termini di formazione professionale. Isa scuole di moda è stato creata molto prima che il grande impatto del design in Spagna arrivasse, è supportato da oltre trenta anni di esperienza.

La scuola pubblicizza quello che sarebbe diventato il proprio metodo e un diverso sistema di istruzione, a differenza dalle altre scuole, perché copriva le esigenze specifiche richieste suoi studenti, senza abbandonare la qualità e la domanda per i loro sistemi di lavoro e ordini del giorno.

Fashion scuole Isa è diventato noto come un’accademia forte che offre la libertà e l’indipendenza nell’insegnare loro studenti e professionisti e la domanda di qualità e si afferma quando alla ricerca di nuovi membri da parte delle imprese.

Ogni giorno isa scuoles i è migliorata e modernizzata, utilizzando tutte le variazioni che chiedevano tendenze, adattandosi ad essi, aggiungendo all’ordine del giorno le loro tecniche e materiali che sorti e diventando necessario fornire una panoramica del processo creativo , avvicinando le esigenze che le aziende di produzione, alta moda o il design industriale e mobili necessari per professionisti.

 

Quando la farmacia diventa una Spa

Quando la farmacia diventa una Spa….

La rivoluzione è in atto: si ingrandisce l’area cosmetica in farmacia e le proposte di bellezza si moltiplicano. E, sorpresa, nelle neofarmacie la crisi economica non si sente. Perché…

Certo, ci sono anche i farmaci. Ma tra un antietà di lusso e una “bomba”anticellulite, l’Aspirina sembra dimenticata. Perché oggi le farmacie assomigliano sempre più a beauty farm: non solo perché tra i banchi spiccano creme, trucchi e profumi. Ma soprattutto perché molte sono fornite di cabine estetiche per check-up e trattamenti professionali per viso, corpo e capelli (tanti sonog ratuiti).

E in alcune si fa persino la medicina estetica. Non è tutto: si organizzano anche giornate a tema con sedute di trucco, manicure, messa in piega, rituali bio… Qui vi presentiamo quattro farmacie con i fiocchi.

A I C A R D I , BOLOGNA

terno del negozio propongono giornate a tema, tutte gratuite, ognuna una volta al mese:
fanno lezioni e sedute di trucco (da non perdere i l Lipstick dae i l Trucco express), ci sono hair stylist che fanno la messa in piega

E poi beauty-happy hour come la possibilità di acquistare prodotti a prezzi stracciati.

MACEDONIO, ROMA

LE INIZIATIVE BEAUTY Qui |o fanno check-up di pelle e capelli.
Poi, ci sono i l Body beauty da) con analisi della massa corporea e lezioni di educazione alimentare.

E ancora: corsi di make-up correttivo (camouflage) o estetico e giornate dedicate alla bellezza di mani e unghie. Tutto gratis.
O DA NON PERDERE II Biobar.

 

Lana del Rey

Da dove arriva Lana del Rey? Dal nulla sembra intende. E le dà una mano, da subito, per farsi notaresul web. Anche per questo, le tappe della carriera di Lana sono fulminee. Pubblica un EP nel 2010, come Lizzy Grant. Non funziona. Riprova. Quando arriva il clip low budget di Video Games, è fatta. Il web l’adotta, la lancia, la coccola, la crea. Spinge l’album Born to Die ai primi posti delle classifiche.

QUAL E’ IL SUO SEGRETO?

Siamo andati a cercare nella vita, sicuramente non viene da Marte. Tutti a cercare di scoprire chi è, a farle domande dirette, a indagare… Lei che scompare, si nega, ritorna, riappare (e magari è gelida nel David Letterman Show e poi si confessa a Daria Bignardi). L

ana che si diverte a giocare con la sua immagine rétro. Ma chi è davvero l’ultima icona del firmamento pop 2012?

ECCO DA DOVE ARRIVA
Non arriva da Marte. Elizabeth Grant (è il nome vero) abita nella tranquilla Lake Placid, New York, ed è di famiglia agiata (fa anche un po’ di college).

Chi è il suo idolo? Madonna penserete, no Kurt cobain.

“Era la persona migliore che potesse esistere da ragazzina avevo una tristezza simile alla sua, ma io sono riuscita a dire stop all’alcol”.

Il primo scacco è stato a febbraio quando è apparsa al saturday night live, programma culto negli Stati Uniti d’America. Riemergerà ala grande a giugno nal Sonar di Barcellona e al festival dell’isola di wight.

Due appuntamenti che fanno già di lei una star.

Pancia piatta in tre step

Se l’obiettivo è rimettersi in forma per l’estate, la strategia giusta è del team fitness (si, quella dei cereali!).Grazie ad un coach d’eccezione ti suggeriamo le tre regole d’oro per conquistare un ventre a prova di bikini.

Seguire il programma è facile, anche senza muoversi di casa, basta un clic continua a leggere e scoprirai anche che…

1) Tonifica gli addominali

Basta un pizzico di costanza, qualche esercizio facile (da fare anche a casa) per una pancia da urlo.

2) Brucia più calorie

Dire addio allo stile di vita sedentario non è difficile: andare a lavoro a piedi (se è possibile) o fare le scale è già un inizio.

3) Mangia bene

E senza sacrifici: non rinunciare e restare in linea è possibile: scopri come con i consigli di Rossella Brescia.

Dai sprint e gusto alla tua giornata

Fitness si rivolge alle donne di oggi: moderne, dinamiche, consapevoli dell’importanza di uno stile di vita corretto. Donne che sanno quanto conti iniziare la giornata con lo sprint giusto come quello dato dal frumento integrale, vitamine e sali naturali contenuti nei cereali.

Elementi preziosissimi che caratterizzano anche le barrette, dedicate a chi vuole concedersi uno snack, ma senza mettere a rischio la linea.

In entrambi i casi potete scegliere tra queste deliziose proposte per dare un sapere diverso alla tua giornata.

Questi sono i consigli di Rossella Brescia la nota ballerina eletta come miglior fisico del 2012. Seguendo questi semplici consigli non dovrebbe essere difficile smaltire qualche chiletto di troppo ed avere una bella pancia da mostrare con orgoglio.

 

 

Ravvivare il colorito

Essere belle e alla moda, apparire sempre bellissime ed in uno stato di forma eccezionale ed appariscente non è così difficile come la maggior parte delle donne possa pensare.

Basta seguire qualche piccolo accorgimento per sentirsi sempre più sicure di voi stesse e risultare meravigliosamente belle agli occhi dei vostri uomini e non solo!

Nel paragrafi successivi vi sveleremo qualche piccola dritta che vi agevolerà nell’impresa di essere sempre in forma e bellissime, incantevoli e sempre giovanili prima di ogni cosa.

Ravvivare il colorito, basta un peeling all’acido acetilsalicilico che leviga lo strato cutaneo superficiale  e così affiora la pelle nuova, più luminosa e vellutata.

Dopo il trattamento, il viso può arrossarsi, ma torna a posto con una crema idratante con spf30 dalla texture ricca. L’effetto èclat dura circa due mesi.

Se la pelle è stanca, perde riserve idriche, appare opaca, poco tonica e si assottiglia. Per rimetterla in sesto si possono fare delle punturine di acido ialuronico biostimolante: aiutano a ripristinare la naturale idratazione rendendo la pelle radiosa per due mesi.

Per le rughe naso labiali si utilizza acido ialuronico, questo filler riempe, le rughe di media profondità, le risolleva, e rende la pelle più liscia, compatta e distesa fino ad un anno e mezzo.

Per un sferzata d’energia i lineamenti poco definiti  della carnagione poco uniforme per entrambi agisce bene  il foto ringiovanimento a luce ultrapulsata. E’ un laser che, attraverso il calore rassoda, solleva la pelle e in più attenua macchie e discromie. L’effetto  dura circa due mesi.

 

 

Idee per nuovo look

Idee per nuovo look? Segui i nostri consigli e non te ne pentirai. Avete voglia di moda? La trovate qui: c’è tutta l’ispirazione che vi serve per rifarvi il look del prossimo autunno/inverno 2011/2012.

Siamo partiti dalla domanda che vi sarete fatti milioni di volte: qual è il coat di stagione? Quali gonne, quali pantaloni dovrei comprare?

Ecco perchè abbiamo deciso di raccontarvi le sfilate per items, con tutti i key pieces da shopping. E poi, siamo andati in giro per showroom alla ricerca dei pezzi più speciali e abbiamo selezionato per voi alcune macrotendenze da tenere d’occhio sul nostro blog.

Insomma non vi resta che seguirci e scegliere: quale vestito, quali pantaloni, quale cappotto? Il consiglio è sempre lo stesso: divertitevi. Perchè la moda ancora più bella quando ci si diverte.

Dal white pitonato, dal mod sixties fino alla golden age, passando per il nude e le fantasie geo etno. 6 temi forti scelti da noi. Dalla passerella alla shopping list.

Dunque si al bianco puro, ma solo se il guardaroba è minimal oriented. Come keypieces utilizzate cappotti sciancrati con dettagli cut-out, abiti dalle linee pulite, pantaloni a sigaretta e dal taglio maschile.

Rendete inoltre tale nuance meno austera con accessori che sdrammatizzano: tronchetti multistilini,  pochette con catene dorate, sandali con dettagli di pompon.

Il tocco in più è rappresentato dai colori vernice, dal satin e dalla pelle shine. No ai tessuti morbidi e fluttuanti effetto nuvola. Puntate su mood very strong tali da rendere la vostra personalità forte e aggressiva allo stesso momento.